SET POKER APE NERA SICULA

-17%

SET POKER APE NERA SICULA

12.00 10.00

4 vasetti da 40g

Da consumarsi preferibilmente entro il 12/2020

15 disponibili

Richiedi maggiori informazioni

  • Descrizione

Descrizione

 Peculiarità dell’Apis mellifera sicula PRESIDIO SLOW FOOD:

  • L’ape sicula ha una maggiore varianza genetica rispetto ad ogni altra sottospecie di ape mellifera Europea, ciò è dovuto alle sue origini Africane. Per varianza genetica si intende un maggior numero di geni che garantiscono una maggiore reattività rispetto ad ogni possibile problematica.
  • Sviluppo precoce della covata anche 8 o 9 telaini tra dicembre e gennaio, ciò consente di avere api giovani, quindi maggiore durata e dinamicità rispetto alla ligustica ed altre api nordiche, che hanno il blocco di covata invernale.
  • Ape richiesta dai serricoltori per l’impollinazione delle colture protette (angurie, cantalupi, fragole ecc..) essendo nella sua rusticità attiva e funzionale nelle situazioni estreme dei tunnels, nei quali dagli 0° gradi della notte possono seguire i 40° gradi del giorno.
  • È dimostrato che in ogni alveare soltanto un’esigua parte delle api esce a bottinare e di queste soltanto il 20% circa raccoglie il polline e quindi solo queste sono in grado di impollinare il fiore. Essendo il polline necessario al sostentamento della covata ed avendo l’Ape sicula abbondante covata tutto l’anno, molte più api vengono impiegate per la raccolta del polline, ciò comporta che a parità di bottinatrici le Api sicule riescono ad impollinare superfici maggiori di colture.
  • L’Ape sicula ha consumi di miele molto ridotti, ciò consente a parità di scorte di miele una maggiore probabilità di sopravvivenza del cassettino.
  • Forte capacità di autodifesa, in venticinque anni di lavoro con l’ape sicula e con la sicula f1 non mi è mai successo che un’arnia o un nucleo con regina si lasciassero saccheggiare.
  •  Miele di Cardo
Prodotto nel messinese, nel trapanese, nel palermitano nei mesi di giugno e luglio. Colore: da ambra chiaro quando è liquido tendente all’ocra quando cristallizza. Cristallizzazione: spontanea alcuni mesi dopo il raccolto, cristalli uniformi. Odore: molto profumato. Sapore: altrettanto forte quanto l’odore. Usi: ha proprietà depurative del fegato.    
  •  Miele di Mandarino Tardivo di Ciaculli
Prodotto nel palermitano nella borgata di Ciaculli nei mesi di aprile/maggio. Colore: giallo paglierino, quando cristallizza tende a diventare leggermente più chiaro. Cristallizzazione: cristalli grossi e sabbiosi, semi-rapida che tende al bianco. Odore: di intensità medio-bassa, floreale, ricorda i medesimi fiori. Sapore: delicato, miele di media intensità aromatica, tra il florale ed il fruttato. Usi: da spalmare sul pane, come dolcificante nel caffè, nelle tisane, da sciogliere in bocca.  
  •  Miele di Sulla
Prodotto in varie zone palermitano, nisseno e nell’agrigentino nei mesi di maggio/giugno. Colore: allo stato liquido chiaro, fino a quasi bianco. Cristallizzazione: in pasta bianca e compatta, non dura, con cristalli facilmente solubili. Odore: molto tenue, fine. Sapore: delicato con una gradevole nota caratteristica vegetale. Usi: per il gusto delicato si presta a qualsiasi uso, apprezzato dai bambini.  
  •  Miele di Millefiori
Prodotto nel palermitano, messinese, agrigentino e nell’isola di Ustica nei mesi che vanno da aprile ad agosto. Colore: molto vario e dipende dalle specie botaniche bottinate, va dal giallo paglierino al marrone scuro. Cristallizzazione: anche questa è decisamente varia. Odore: vario, può essere delicato fino ad arrivare ad un odore più intenso. Sapore: generalmente delicato senza retrogusto definito. Usi: si usa negli stati influenzali, buono per dolcificare tisane decotti, usato anche per i dolci.